Epatoliv
Il fegato del cavallo: funzionalità e supporto
28 Aprile 2020
Gli Elettroliti Nel Cavallo: Come Integrare I Sali Minerali Persi Col Sudore
27 Luglio 2020

Fabbisogno di Calcio e Fosforo nel cavallo

Calcio Fosforo
Calcio e fosforo cavallo

L’organismo del cavallo contiene all’incirca 22 minerali noti, per la maggior parte essenziali per la vita. Ciò significa che, se carenti, possono compromettere seriamente la salute del cavallo, ponendolo in pericolo di vita.

Tra i minerali distinguiamo i macro e i micro elementi in base al loro fabbisogno nella razione giornaliera.

Calcio e Fosforo sono due macro-elementi, come lo sono anche Sodio, Cloro, Potassio, Magnesio e Zolfo.

Il Calcio

ll minerale più presente nell’organismo del cavallo e la sua quasi totalità si trova nello scheletro e nei denti; oltre a questa funzione “strutturale” è coinvolto nella trasmissione degli impulsi nervosi, nella coagulazione sanguigna, nella contrazione muscolare e regola il flusso intra ed extra cellulare. Il suo metabolismo è strettamente influenzato dalla vitamina D, dal Paratormone e dalla Calcitonina.

Dove si trova?

Ci sono diverse fonti di calcio a disposizione dei nostri cavalli, in particolare l’erba medica e il foraggio fresco, ma una buona quantità si trova anche nella barbabietola da zucchero. Il suo assorbimento avviene nell’intestino tenue e la sua eliminazione si ha attraverso le urine, le feci e il sudore.

Carenze ed eccessi di Calcio nella razione:

Carenze di Calcio possono causare ritardi nella crescita e deformità nei puledri, negli adulti sono rare e si manifestano con zoppia, fratture o semplicemente scarso rendimento atletico. Se la carenza è acuta, evento altrettanto infrequente, si possono riscontrare problemi neurologici, tremori, diminuzione della motilità intestinale e nelle fattrici può portare a distocie o ritenzione placentare.

Gli effetti dovuti a un eccessivo apporto di Calcio non sono stati stabiliti con certezza, sembra che il cavallo ben sopporti un apporto di calcio anche 5 volte superiore a quello necessario. Alcuni studi riportano però che alti livelli di questo macro elemento nella razione possano interferire con l’assorbimento di minerali come ferro, zinco e rame. Inoltre, un’assunzione estremamente elevata di calcio è stata implicata nei disturbi ortopedici dello sviluppo.

Attenzione alle perdite

Se la temperatura esterna è elevata, le quantità di calcio perse attraverso il sudore, possono essere importanti. Reintegrare le perdite attraverso l’impiego di mangimi minerali è assolutamente consigliato. Reidral CY apporta Calcio sotto forma di calcio gluconato e reintegra gli ioni calcio dissipati con la sudorazione, oltre che gli altri sali minerali.

Il Fosforo

Il Fosforo, come il Calcio, è coinvolto nel metabolismo osseo, l’85% infatti si trova a livello dell’apparato scheletrico e svolge diverse funzioni, tra cui il mantenimento del pH a livello ematico, è un costituente di enzimi, fosfolipidi, proteine e acidi nucleici (DNA e RNA) e forma legami energetici (ADP e ATP).

Dove si trova?

Il Fosforo si trova in parte nel fieno ed è molto più biodisponibile di quello che si trova nei cereali. Il suo assorbimento avviene sempre nel tenue ed è più facile di quello del Calcio, anche se è variabile in base all’età del cavallo. L’escrezione dell’eccesso avviene per via renale.

Carenze ed eccessi di Fosforo nella razione

Carenze di Fosforo sono davvero infrequenti e si manifesta con riduzione della densità e fragilità ossea. L’eccesso di fosforo si ha quando il cavallo viene alimentato con volumi elevati di cereali che rappresentano il 50% della razione. Questo comporta una riduzione di assorbimento di Calcio e la sua conseguente carenza. L’organismo, per compensare questo deficit smobilita il Calcio dall’osso che viene sostituito da tessuto fibroso.

Rapporto Calcio e Fosforo Ca/P

Il rapporto Ca/P è molto importante perché, come abbiamo visto i due macro elementi sono strettamente collegati tra loro. L’apporto di Calcio deve essere sempre superiore a quello di Fosforo. Il rapporto minimo tra i due elementi deve essere di 1:1, anche se è opportuno non scendere sotto il 2:1, soprattutto in determinati momenti della crescita.

Una dieta ricca di cereali sbilancia questo rapporto verso il fosforo. Nei cerali inoltre, specialmente nella crusca, è presente l’acido fitico, fattore anti nutrizionale che chela sia microelementi che macro elementi con Calcio e Magnesio, rendendo difficoltoso il loro assorbimento.

Per quanto riguarda i fieni, quelli con il miglior rapporto Ca/P sono sicuramente quelli di erba medica. Questo foraggio ha una maggiore percentuale di sostanze nutritive digeribili rispetto a qualsiasi altro fieno, è infatti ricco di proteine, vitamine (A, D, E, K, B). Inoltre, sono significativamente più assorbibili sia il Calcio che il Magnesio presenti nell’erba medica, rispetto al fieno di graminacee.

Calcio e Fosforo nel cavallo sportivo

Per comprendere l’importanza del rapporto Ca/P nel cavallo atleta, è utile fare un esempio pratico: in un cavallo sportivo, una razione composta da fieno e avena fornisce solo il 40% e il 70% delle richieste di Calcio e Fosforo. Per questo è consigliato utilizzare dei mangimi complementari a supporto di diete bastate solo su fieno e cereali in cui siano presenti questi due macro elementi in maniera bilanciata e in forma facilmente assorbibile. Si può utilizzare un balancer come Training, studiato proprio per coprire i fabbisogni di cavalli in crescita che si apprestano a intraprendere la carriera agonistica. Questo mangime complementare, oltre a Calcio e Fosforo in quantità ottimali per questa fase, apporta anche proteina nobile (ricca di aminoacidi essenziali), vitamine, oligoelementi e Glucosamina e MSM per supportare il sistema articolare.

Molti ignorano che l’esercizio fisico intenso aumenta il fabbisogno in minerali del cavallo adulto, il rimodellamento costante dell’osso avviene in tutti i cavalli sportivi di tutte le età e questo implica la necessità di Calcio e Fosforo in maniera bilanciata durante tutta la vita.

Tant’è che diversi studi condotti su cavalli impiegati in corse di galoppo hanno dimostrato che oltre il 40% manifestava carenze di calcio a causa di una elevata concentrazione di cereali nella dieta durante il periodo delle competizioni. Erroneamente si pensa che Calcio e Fosforo siano importanti solo nella fase dello sviluppo, ma diversi lavori hanno dimostrato l’importanza di questi elementi nel cavallo sportivo di tutte le età e di tutte le discipline.

Fabbisogni di Calcio e Fosforo in allevamento

Sicuramente il primo anno di età del cavallo si identifica come periodo fondamentale per l’assunzione di questi due elementi perché lo scheletro deve consolidarsi. Quindi è necessario fornire dei mangimi minerali che abbiano un corretto apporto Ca/P, per evitare conseguenze negative proprio sul sistema osseo. Nella seguente tabella di seguito, sono indicati i fabbisogni in Calcio e Fosforo a diverse età e a differenti stadi del ciclo riproduttivo per un cavallo di circa 500 Kg di peso:

 CALCIO (g/dì)FOSFORO (g/dì)
Cavallo in mantenimento2014
Cavallo in allenamento intenso4029
Puledro di 2 anni37-4020-22
Fattrice gravida fino al 6° mese2014
Fattrice gravida 9°-11° mese3626
Fattrice in lattazione6038

Dai dati sopra indicati, si evince che nel puledro il rapporto Ca/P deve essere di 2:1. Osteo Foal è un mangime minerale che apporta Calcio e Fosforo in quantità bilanciate per soddisfare i corretti fabbisogni del puledro in accrescimento. Osteo Foal contiene inoltre altri elementi come Ferro, Cobalto, Rame e Zinco, Aminoacidi essenziali e Vitamine fondamentali per lo sviluppo.

Se hai dei dubbi sul corretto apporto di calcio e di fosforo nella dieta del tuo cavallo o se sei incerto su altri aspetti della razione, chiedi consiglio al tuo veterinario o a un esperto in nutrizione equina. Equiplanet mette a tua disposizione il suo team per poterti assistere al meglio nella gestione alimentare del tuo cavallo o della tua scuderia, scrivi a info@equiplanet.it.

BIBLIOGRAFIA

  • An examination of the calcium and phosphorus nutrition of thoroughbred racehorses. Caple IW, 1982
  • Potential of alfalfa as a source of calcium for calcium deficient horses. Cuddeford D, 1990
  • Assessment of the calcium and phosphorus nutrition in horses by analysis of urine. Caple IW, 1982
  • Disorders of calcium and phosphate metabolism in horses, Toribio RE 2011
  • Providing Dietary Calcium and Phosphorus to Horses, Peter Huntington KER 2011
  • Effects of phytase supplementation in mature horses fed alfalfa hay and pelleted concentrate diets. Lavin TE, 2013
  • Problems In Equine Nutrition, Joe D. Pagan, 2004

Seguici su Instagram

0