Gli Elettroliti Nel Cavallo: Come Integrare I Sali Minerali Persi Col Sudore
27 Luglio 2020

Muscolatura del cavallo: i 5 consigli Equiplanet per supportarla

Muscolatura del Cavallo

Muscolatura del cavallo, 5 consigli

La muscolatura del cavallo sportivo è l’apparato propulsore che gli permette di fare la differenza durante le performance a cui è sottoposto. Per questo motivo è importante che la muscolatura sia ben sviluppata e funzionale. La disciplina sportiva incide notevolmente sulla composizione del tessuto muscolare e quindi anche i mangimi complementari a supporto devono essere scelti in funzione dell’attività svolta dal cavallo.

Il cavallo ha 3 tipi di fibre muscolari, una a contrazione lenta (tipo I) e due a rapida contrazione (IIA e IIB). Se aumenta la velocità dell’esercizio le fibre di tipo I non sono più in grado di contrarsi e vengono reclutate quelle a rapida contrazione. Inoltre, se la velocità è bassa come avviene al passo, il muscolo brucia grasso. Con l’aumento della velocità, come si ha al trotto e ancor di più al galoppo, il grasso diventa una fonte troppo lenta da mobilitare per produrre energia e quindi deve essere necessariamente metabolizzato il glicogeno. Il glicogeno è una fonte importante di energia che viene immagazzinato nel muscolo e nel fegato per la produzione e il rilascio di glucosio nel sangue. Questo è quello che distingue le discipline aerobiche da quelle anaerobiche. Nelle discipline anaerobiche per produrre energia viene metabolizzato il glucosio, con l’inevitabile produzione di acido lattico che è responsabile dell’affaticamento del cavallo in attività.

Muscolatura del cavallo: ecco i consigli del team Equiplanet

1 – Evitare un’alimentazione troppo ricca di amidi e contrastare l’acido lattico

Muscolatura del Cavallo

Nella dieta del cavallo i cereali sono un’ottima fonte di energia per la sintesi di glicogeno ma diete troppo ricche di amidi, fanno sì che quote indigerite passino dall’intestino tenue direttamente nel cieco dove la microflora intestinale lo fermenta in acido lattico. Questo potrebbe determinare un repentino abbassamento del pH intestinale con conseguente compromissione dei batteri positivi della flora intestinale. Per ovviare a una dieta ricca di amidi è consigliato l’utilizzo di mangimi complementari con molta fibra e contenuto tenore di amidi, come Fat Fiber

Muscolatura del cavallo, tieni sotto controllo l’acido lattico!

Tenere sotto controllo l’acido lattico è assolutamente necessario nel cavallo sportivo. Per quanto l’alimentazione sia attenta, un minimo di formazione dovuta all’esercizio fisico anaerobio è assolutamente normale. Per aiutare a limitare l’accumulo di acido lattico, Equiplanet ha sviluppato una gamma di prodotti come No Acid, Muscle Racing New e Lact Aid, che contengono tamponi, glicina, betaina e antiossidanti.

2 – Allenare adeguatamente il cavallo

La muscolatura del cavallo si sviluppa a patto che venga sottoposta a uno sforzo adeguato. L’allenamento è quindi fondamentale per aumentare sia la forza sia la resistenza e il cavallo dovrà quindi essere sottoposto a un allenamento basato su lavoro in piano, transizioni e quant’altro deciderà di fare il vostro istruttore o trainer a cui dovrete affidarvi, il quale valuterà anche la durata e la frequenza degli allenamenti.

Un aiuto in più alla muscolatura del cavallo: Amino Top

In concomitanza all’allenamento è possibile utilizzare dei mangimi complementari per supportare il mantenimento della muscolatura del cavallo come Amino top che contiene aminoacidi.

Che cosa sono gli aminoacidi?

Gli aminoacidi sono le unità che costituiscono le proteine che giocano un ruolo importante nello sviluppo della massa muscolare e sono implicati nel meccanismo di riparazione delle fibre muscolari sottoposte ad attività fisica intensa.

Perché è importante integrarli con la dieta?

Diversi studi sugli aminoacidi ramificati rivelano che sono coinvolti anche nell’affaticamento: una loro carenza provoca nel cavallo un senso di fatica che si traduce in un calo delle performance e in alcuni casi nell’incapacità di portare a termine le competizioni.

3 – Mantenere una corretta idratazione aiuta a supportare la muscolatura del cavallo

Lo stato di idratazione di un cavallo può determinare l’esito di una performance sportiva. Durante l’esercizio fisico intenso una perdita di liquidi, a causa della sudorazione, comporta una riduzione del volume di sangue circolante nell’organismo. Questo implica una minor perfusione tissutale, in particolare a livello muscolare, dove è richiesta una imponente irrorazione per poter affrontare le competizioni. I cavalli devono quindi arrivare in gara ben idratati e successivamente liquidi ed elettroliti devono essere reintrodotti attraverso l’abbeverata e l’utilizzo di mangimi complementari che contengano sali minerali, per evitare poi squilibri metabolici e limitare gli effetti tossici della mioglobina (liberata dalle cellule muscolari) sui reni.

A questo proposito puoi leggere il nostro articolo sull’importanza degli elettroliti.

4 – Utilizzare antiossidanti per supportare la muscolatura

L’esercizio muscolare aumenta sia il fabbisogno tissutale di ossigeno che la respirazione cellulare e provoca una sovrapproduzione di radicali liberi. Quando la produzione di radicali liberi supera la capacità antiossidante della cellula si sviluppa un danno tissutale a causa dello stress ossidativo. L’allenamento controllato e mangimi complementari a supporto della muscolatura possono contribuire a ridurre il danno da radicali liberi. Evit Liquido è un mangime complementare a base di Vitamina E e Selenio, a supporto della muscolatura. La carenza di Vitamina E è infatti sempre associata a quella di Selenio.

5 – Grassi come fonte di energia per la muscolatura del cavallo

I grassi sono un’ottima fonte di energia e hanno il vantaggio di non provocare ingombro gastrico. I cavalli sono in gradi di digerire  grassi vegetali molto bene e vengono loro somministrati attraverso degli olii. È importante che questi olii siano ottenuti da spremitura meccanica e non con estrazione chimica, per evitare di somministrare inquinanti ai nostri cavalli. I migliori sono quelli di soia e di lino, per l’elevata concentrazione e il rapporto ottimale di omega 3 e 6. Come possono essere importanti per supportare la muscolatura del cavallo? Durante un esercizio di bassa intensità, come il passo, il cavallo utilizza l’ossidazione dei lipidi per la contrazione muscolare. Gli acidi grassi liberi vengono mobilitati dai depositi di grasso e messi a disposizione per l’ossidazione per la muscolatura sotto sforzo. L’allenamento e una integrazione prolungata della dieta con mangimi complementari come Oil Performance permette al cavallo di un minor dispendio di glucosio e glicogeno con ritardo della sensazione di fatica.

Scopri di più

Se vuoi conoscere tutti i prodotti Equiplanet per il mantenimento della normale fisiologia muscolare e per la muscolatura del cavallo accedi tramite questo link oppure mandaci un messaggio alla casella di posta info@equiplanet.it

Per rimanere aggiornato sui nostri contenuti seguici su Instagram

Bibliografia

  • Contribution to our knowledge of the physiology and metabolism of endurance horses. Bergero D, 2005
  • Overview of Horse Body Composition and Muscle Architecture: Implications for Performance Kearns CF 2002
  • Hydration and electrolyte balance in horses during an endurance season. C. ROBERT, 2010
  • Problems in Equine Nutrition, Pagan JD, 2004
  • Effect of exercise training, selenium and vitamin E on some free radical scavengers in horses (Equus caballus). Avellini L, 1999
  • Introduction to Horse Nutrition, First Editio. Zoe Davies, 2009

0